Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224

Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224
MAIL: anpi_pra@virgilio.it - TEL: 3463002468

Lingue nere contro l'ANPI e il suo giornale

7 Febbraio 2017

Il Comitato Nazionale ANPI: "Alla positiva attenzione alle ragioni di fondo dei referendum sociali è prematuro, in questa fase, aggiungere una partecipazione intensa e concreta"

10 Febbraio 2017

L'ANPI di Torino: "La medaglia d'onore conferita al repubblichino Filippo Polito è in contrasto con la Costituzione"

10 Febbraio 2017



Boldrini: "Signor Zuckerberg troppo odio sui social e i gruppi politici estremisti e violenti agiscono indisturbati"

14 Febbraio 2017
Laura Boldrini - Pres. Camera dei Deputati



Convegno ultradestre, in piazza anche i camalli della Culmv: “Nazifascisti stiano alla larga”

Genova. I Camalli della Culmv Paride Batini ritengono inaccettabile che si cerchi un pulpito per un raduno nazifascista a Genova. La storia di questa città è caratterizzata da lavoratori e partigiani che hanno impegnato e dato la loro vita contro la dittatura fascista partendo proprio dalle fabbriche e dal porto. È per noi un punto fermo che si trasmette alle generazioni successive, ribadito tutte le volte che qualcuno ha tentato di ripresentarsi (come il 30 giugno 1960) con quelle idee di odio e di intolleranza”.
I lavoratori della Compagnia unica del porto di Genova non usano mezzi termini per dire la loro rispetto al convegno dei movimenti di ultradestra annunciato a Genova sabato 11 febbraio.
E annunciano la loro presenza in piazza “Noi non chiudiamo la porta alla nostra memoria di classe. Questa è proprio la nostra storia ed oggi non bisogna permettere questa presenza di filo nazisti e xenofobi”.
“Stiano alla larga da Genova: noi in piazza ci saremo con tutti gli altri antifascisti, con l’Anpi, con la Camera del Lavoro, con la Filt, con la Fiom e con tutte le categorie della Cgil”.
FONTE:http://www.genova24.it/2017/02/convegno-ultradestre-genova-piazza-anche-camalli-della-culmv-nazifascisti-stiano-alla-larga-173967/

Convegno ultradestre a Genova, la Fiom: “Saremo in piazza per impedirlo”

“Non possiamo accettare che i fascisti abbiano voce nella nostra città.
I lavoratori ed i partigiani hanno combattuto contro la dittatura fascista che negava i diritti, impedendoli con ogni mezzo, dei lavoratori in fabbrica e fuori da essa”. Lo dice in una nota la Fiom di Genova annunciando una mobilitazione del sindacato dei metalmeccanici contro il convegno dei movimenti di ultra destra annunciato per l’11 febbraio.
“Chi ha torturato e ucciso per schiacciare le lotte dei lavoratori impegnandoli poi in guerre per la difesa dei profitti dei vari padroni non può avere cittadinanza nella nostra città – dicono i metalmeccanici della Cgil – una generazione di operai, impiegati, dirigenti sindacali, di uomini e donne ha dato la propria vita per impedire un futuro al fascismo”.
“Per il rispetto che dobbiamo a quella storia – conclude la Fiom – e per la difesa del nostro futuro invitiamo i lavoratori e lavoratrici, i delegati e tutti gli antifascisti a scendere in piazza per impedire che l’11 febbraio si svolga la manifestazione fascista a Genova”.
Il volantino sarà diffuso da domani mattina in tutte le fabbriche genovesi.
FONTE: http://www.genova24.it/2017/02/convegno-ultradestre-genova-la-fiom-saremo-piazza-impedirlo-173876/

L'ANPI di Genova: "La manifestazione dell'ultradestra offende la nostra città, medaglia d'oro della Resistenza"

2 Febbraio 2017