Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224

Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224
MAIL: anpi_pra@virgilio.it - TEL: 3463002468

Il 2 giugno a Cagliari

Cagliari / 2 giugno 2013
Domenica 2 giugno 2013 - ore 19,30
a Cagliari, nella suggestiva cornice del Parco di Monte Claro, nello spiazzo antistante il Centro polifunzionale, davanti ai laghetti, si svolgerà, come ormai di rito dal 2006,
la Festa della Costituzione e della Repubblica
organizzata dalla Sezione ANPI di Cagliari.
Ci saranno gli alunni di due scuole cittadine che presenteranno i loro lavori e loro letture sulla Costituzione
don Ettore Cannavera della comunità “La Collina” che parlerà di
“Lavoro fra gli ultimi e cultura dei diritti”
gli artisti Rita Atzeri ed Elio Arthemalle che ci intratterranno con piecès sul tema della festa
il trio di Rossella Faa che concluderà con un concerto musicale. 
Presenterà il giornalista Vito Biolchini.
L’ingresso è libero.
FONTE A.N.P.I. NAZIONALE

Festa della Repubblica a Ca' di Malanca

Ravenna / 2 giugno 2013
La Sezione ANPI di Faenza e il Museo della Resistenza di Cà di Malanca promuovono
2 Giugno 2013
Festa della Repubblica a Cà di Malanca
ore 11,00 - Ritrovo a Cà di Malanca
ore 12,30 - Pranzo a cura di “Tavole sul Naviglio”
ore 14,00 - Intervento dell’On. Alberto Pagani (Eletto alla camera dei deputati per la provincia di Ravenna)
ore 15,00 - “Resistere insieme” - gemellaggio fra le ANPI di Faenza, Brisighella, Modigliana-Tredozio, Riolo Terme, Casola Valsenio, Castel Bolognese e Solarolo
Saranno invitate le istituzioni dei comuni interessati
ore 15,30 - Claudio Toschi e la sua band in concerto
FONTE A.N.P.I. NAZIONALE

7ª Festa Resistente a Lerici (SP)

La Spezia / 2 giugno 2013
La Sezione ANPI di Lerici, con il patrocinio del Comune di Lerici, organizza
Domenica 2 giugno 2013 
Falconara - Campo sportivo "Piero Bibolini
la 7ª FESTA RESISTENTE
Pranzo, cena, musica e confronto
Si parlerà di: scelta, partecipazione, diritti, beni comuni...
In concerto: Gian Luigi Ago,Livio Bernardini, Egildo Simeone, Gian Pietro Lupi
FONTE: A.N.P.I. NAZIONALE

Festa della Costituzione a Siena

Siena / 2 giugno 2013

L'ANPI provinciale di Siena organizza
domenica 2 giugno 2013 - a partire dalle ore 15,30
Piazza della Costituzione - Quartiere San Miniato
la FESTA DELLA COSTITUZIONE
FONTE: A.N.P.I. NAZIONALE

1ª Festa Provinciale dell'ANPI di Pisa

Pisa / 1 - 2 giugno 2013
 
In occasione della Festa della Repubblica, l'ANPI di Pisa organizza la prima edizione della festa provinciale. 2 giorni di seminari, film, mostre, musica, giochi ad ingresso gratuito presso lo spazio SMS sul Viale dell Piagge a Pisa.
Programma
Sabato 1 Giugno 2013
• ore 9,30 - Apertura ufficiale della festa alla presenza delle Istituzioni.
Saluto di Giorgio VecchianiPresidente Provinciale ANPI
 • ore 10,00 - Convegno dal titolo “Gli scioperi del 1943 e la riscossa antifascista”
 Intervengono: PASQUALE CUOMO, Università di Pisa
 GIANFRANCO FRANCESE, Segretario Camera del Lavoro di Pisa
 • ore 17,00 - Presentazione della mostra “Donne e Costituzione”
a seguire, proiezione della conferenza "Teresa e la Costituzione".
Introduce la Prof.ssa CARLOTTA FERRARI DEGLI UBERTI, Università di Pisa
Durante il pomeriggio nello spazio antistante sarà proposta una pittura libera rivolta ai bambini, alle famiglie e a tutta la cittadinanza. Su un lungo lenzuolo i passanti lasceranno messaggi e disegni colorati sul tema dei diritti, della Costituzione e della Repubblica. Il lenzuolo resterà esposto durante la festa.
• ore 21,30 - Concerto “Filarmonica Municipale La Crisi”
Domenica 2 Giugno 2013
Durante la giornata resteranno aperti gli spazi interni dove sarà possibile visitare la mostra e vedere video-documenti sulla Resistenza e sulla Costituzione.
• ore 17,00 - Proiezione di un film.
A seguire buffet di chiusura
FONTE A.N.P.I. NAZIONALE

Donne e Resistenza: omaggio ad Anna Magnani

Catania / 31 maggio 2013
Il Cineteatro Francesco Alliata con la Cineteca della Calabria, l'ANPI provinciale di Catania, l'associazione "Arteggiarsi", promuove
DONNE E RESISTENZA
omaggio ad Anna Magnani
Venerdì 31 maggio 2013 - ore 20,00
Cineteatro Francesco Alliata
Via Cardinale Dusmet dentro Vecchia Dogana, Catania
proiezione dei film:
Anna Teresa e le Resistenti
di Matteo Scarfò
Anteprima con intervento del regista
a seguire:
Roma città aperta
di Roberto Rossellini
Versione restaurata
Info e prenotazioni:
info@cineteatroalliata.it
www.cineteatroalliata.it
FONTE: A.N.P.I. NAZIONALE

Festival delle nuove Resistenze 2013

Palazzo Farnese Piacenza

Programma

venerdi

Cappella Ducale, ore 17.00

Inaugurazione

Via ai lavori per il Festival delle Nuove Resistenze 2013 con il presidente Anpi provinciale Mario Cravedi e l’assessorePaola Beltrani

Cappella Ducale, ore 17.30

Yaku – La visione dell’Acqua

Incontro sul tema Il cammino dell’acqua con Francesca Caprini (associazione Yaku- Trento)

Palazzo Farnese area verde lato Daturi, ore 19.00

Anpi Hour

La nuova agricoltura: bio, sociale, solidale
Esperienze di contadini resistenti dal nord al sud del mondo. Buffet a km 0 e prodotti del commercio equo.

Cortile di Palazzo Farnese, ore 21.00

Notte della taranta e degli ottoni

Domo Emigrantes
Tarantelle, pizziche, tammuriate e canti popolari dall’Italia del sud
Nema Problema Orkestar
Balkan band
sabato

Cappella Ducale, ore 10.00

Ricordando Pio La Torre

Incontro pubblico con Franco La Torre, rappresentanti della cooperativa Pio la Torre e ragazzi dei campi della legalità per ricordare il sogno di ieri e le resistenze dell’oggi

Cortile di Palazzo Farnese, ore 11.30

Un’idea di Europa

Letture e riflessioni a partire dalle lettere dei condannati a morte della Resistenza europea. Ne discutono Gianni D’Amo e Piergiorgio Bellocchio

Cappella Ducale, ore 16.00

Cultura e resistenza

Giulio Cavalli attore e autore di teatro civile,
Daniele Sanzone voce degli A67 e Ciro Corona di (R)esistenza Anticamorra curatori del libro Scampia Trip

Palazzo Farnese area verde lato Daturi, ore 19.00

Anpi Hour

aperitivo con incontro: Loredana Lipperini, giornalista e scrittrice intervistata da Betty Paraboschi.

Cortile di Palazzo Farnese, ore 21.00

No(t)te Antimafia

A67
Folk rock anticamorra da Scampia
domenica

Cappella Ducale, ore 10.30

Disarmiamo il mondo, restiamo umani

Scelte individuali e percorsi collettivi per resistere a guerre e militarismo. Incontro con Giancarla Codrignani, già parlamentare, tra le figure più rappresentative della cultura e dell’impegno per la pace e la non violenza. Un volontario di Operazione Colomba Corpi civili di pace dell’associazione Papa Giovanni XXIII
A seguire aperitivo in musica con Franco Fornasari, storico obiettore di coscienza piacentino

Cortile di Palazzo Farnese, ore 14.00

Assemblea Anpi

Anpi cambia e si confronta aprendo un dialogo con antifascisti, iscritti e comitati di tutta Italia.

Giardini Merluzzo, ore 17.00

La mia storia di clandestino

Incontro/concerto con Antun Blazevic.

"Io, Raimondo Ricci"

Genova / 30 maggio 2013
Presso la sede del Circolo Giustizia e Libertà "Guido Calogero e Aldo Capitini"
Vico Sant'Antonio 5/3a (traversa di Via Balbi) - Genova
Giovedì 30 maggio 2013 - ore 17,00
presentazione del libro

Io, Raimondo Ricci.
Memorie da un altro pianeta
a cura di Domenico Guarino e Andrea Marotta (Sagep Editori, 2013)
Presenzierà il coautore del libro

Andrea Marotta, giornalista RAI 
Introdurrà
Luigi Fasce, Presidente del Circolo
Il libro Io, Raimondo Ricci. Storie da un altro pianeta, raccoglie le memorie di Ricci, partigiano deportato nel campo di concentramento di Mauthausen, e dopo la seconda guerra mondiale figura centrale nella storia della Repubblica Italiana. Avvocato, parlamentare, senatore, membro della Commissione d´inchiesta sulla P2, presidente della Corte dei Conti e dell'ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d´Italia), con questo volume Ricci sembra voler dire che il suo impegno non si è ancora esaurito. La sensazione che aver adempiuto fino in fondo al proprio compito non sia stato sufficiente, la necessità di dare ancora una volta testimonianza, e non in nome del passato ma di un presente e un futuro che appaiono largamente oscuri. Ecco allora il senso vero di questo libro. Dare forza alle parole quando le forze del corpo sono sempre più ridotte. Lasciare traccia. E non per sé ma per chi ancora può agire.
Per ragioni organizzative si chiede di informare della partecipazione al numero telefonico: 3391904417, oppure scrivere all'indirizzo e-mai: luigi@fasce.it
FONTE: A.N.P.I. NAZIONALE

Festa della Repubblica ad Arcore

Milano / 28 maggio - 2 giugno 2013
 2 GIUGNO 2013 - FESTA DELLA REPUBBLICA
L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE
con la collaborazione di:
Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – A.N.P.I. Arcore 
Associazione Nazionale Alpini – A.N.A. Arcore
Associazione Nazionale Carabinieri – A.N.C. Arcore
Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – A.N.C.R. Arcore
Associazione Nazionale Famiglie dei Caduti e Dispersi in guerra - Arcore
Pro Loco - Arcore
INVITA ALLE SEGUENTI  MANIFESTAZIONI
PROGRAMMA
MATTINO
Ore 10,00 - Cortile antistante la Villa Borromeo
Consegna della Costituzione ai 18enni, a cura del Sindaco Rosalba Colombo e dell’Assessore alla Cultura Paola Palma
intervento di  Ambrogio Riboldi, rappresentante A.N.P.I. Arcore
con la partecipazione dei ragazzi della Consulta Giovanile
(In caso di pioggia la manifestazione avrà luogo presso la Sala Consiliare di Via Gorizia)
POMERIGGIO
Ore 15,00 - Giardini Biblioteca  e  Giardini Ravizza:
Posa dei pannelli del progetto “Città Scritta”, in collaborazione con la Scuola Media “A. Stoppani” 
classe 2a D – Giardini di Via Gorizia – “Donne nella Resistenza”
classe 2a G – Giardini di Via Umberto I° - “Villa Ravizza”
Ore 16,00 - Cortile antistante la Villa Borromeo:
Concerto a cura del Corpo Musicale Città di Arcore diretto dal Maestro Pasquale Vaccarella
---
Dal 28 maggio al 2 giugno presso la Biblioteca – via Gorizia – esposizione della mostra:
 “LA DONNA NELLA RESISTENZA”
 Organizzata dall’ANPI di Arcore  - a cura dell’ANPI di Bovisio Masciago
FONTE: A.N.P.I. NAZIONALE

"La Costituzione non si deve alterare"

"Il Comitato Nazionale dell’ANPI in relazione ai diversi progetti che si vanno formulando, anche in sede governativa, a riguardo di un sistema di riforme costituzionali, ribadisce la più ferma contrarietà ad ogni modifica, legislativa o di fatto, dell’art. 138 della Costituzione, che – semmai – dovrebbe essere rafforzato e del quale in ogni caso, si impone la più rigorosa applicazione".
Inizia così una presa di posizione del Comitato nazionale dell'Anpi con la quale si "conferma il netto convincimento che il procedimento da seguire non può che essere quello parlamentare, attraverso gli strumenti e le commissioni ordinarie, non essendovi ragione alcuna per eventuali nuove formule e strutture, essendo più che sufficiente quanto già previsto dai regolamenti parlamentari".
Riafferma po "l’inopportunità del ricorso ad apporti esterni che in qualche modo incidano sul lavoro parlamentare e che non siano quelli già previsti, attraverso i quali si possono acquisire opinioni e contributi di esperti, mediante pareri, consultazioni, audizioni e quant’altro; 
conferma la convinzione, più volte espressa, che le riforme possibili ed auspicabili sono solo quelle che risultano in piena coerenza con i princìpi della prima parte della Costituzione e con la stessa concezione che è alla base della struttura fondamentale della seconda, indicando fra le riforme possibili, la diminuzione del numero dei parlamentari, la differenziazione del lavoro delle due Camere, l’abolizione delle province; tutte materie sulle quali esiste già una notevole convergenza e che non pongono problemi di coerenza complessiva".

Ribadisce inoltre quanto già espresso in varie occasioni, vale a dire la netta opposizione dell’ANPI ad ogni riforma che introduca il presidenzialismo o il semipresidenzialismo, non risultano ragioni evidenti per stravolgere il delicato e complesso sistema delineato dal legislatore costituente. E conferma ancora una volta, "l’assoluta e  prioritaria necessità di procedere alla modifica della legge elettorale vigente, da tutti ritenuta inadeguata e dannosa".
Invita quindi "tutti gli organismi dell’ANPI ad impegnarsi a fondo su questi temi, promuovendo dibattiti e confronti, irrobustendo l’informazione ai cittadini, assumendo tutte le iniziative (a partire da quelle per il 2 giugno e in particolare da quella di Milano), idonee ad ampliare il consenso attorno a queste posizioni, d’intesa con altre associazioni democratiche e con tutte le forme di aggregazione di cittadini interessati a problemi di ordine costituzionale, chiarendo soprattutto che non si tratta di restare ancorati a tutti i costi ad un sistema immodificabile, ma di impedire ingiustificate alterazioni di esso e assicurare che non vengano poste in atto misure pericolose, suscettibili di scardinare la profonda ed intima coerenza del sistema costituzionale, senza alcun vantaggio per la democrazia".
FONTE A.N.P.I. NAZIONALE

“La resistenza segreta”

Nella primavera del 1945 la Resistenza italiana aveva raggiunto dimensioni tali da farne il movimento clandestino più forte in Europa: anche con l’aiuto dello Special Operations Executive (SOE), l’agenzIa segreta britannica, costituita nel luglio 1940, per organizzare i movimenti partigiani nei Paesi occupati dai tedeschi.

Il SOE per l’Italia, con il nome di Number 1 Special Force, paracadutò nella penisola decine di “missioni”, per rifornire e sostenere la Resistenza.

Il SOE collaborò anche con i servizi italiani d’intelligence militare e la RegiaMarina che fornì veloci motosiluranti e gommoni, per sbarcare agenti britannici sulle spiagge italiane difese dai tedeschi.

In base alla documentazione ufficiale dell’epoca, resa pubblica di recente, a diari personali e a testimonianze dirette, questo libro racconta le operazioni segrete condotte in Italia dal SOE, evidenziando particolari inediti della Resistenza.

David Stafford è stato professore di Storia all’Università di Victoria (Canada). Ha scritto numerosi libri sulla storia dell’Intelligence e sulla Seconda guerra mondiale.

FONTE A..N.P.I. NAZIONALE

"Ciao Don Gallo. Ti salutano i partigiani"

Addio Don Gallo, prete che amava gli ultimi. Aveva 84 anni, si è spento nel suo letto. Era assistito da tutta la "grande famiglia" di San Benedetto al porto di Genova. Il sacerdote ricordato con affetto da tutta Italia, dalla politica al mondo del sociale fino ai No Tav. Ma Don Gallo era anche iscritto all'Anpi e tutta l'Anpi - innanzitutto quella di Genova ma assieme a lei tutta l'associazione a partire dalla Segreteria nazionale -  abbraccia con affetto la Comunità di San Benedetto "per il grave lutto che la colpisce con la scomparsa di Don Gallo".
"E’ una ferita - si legge in un comunicato dell'Anpi genovese - non solo per loro, ma di tutta la città, di tutta la nostra comunità che ha trovato in Don Gallo non solo il Prete degli ultimi, dei diseredati, ma l’espressione più profonda della Chiesa come Comunità dell’Incontro e del Dialogo, dell’Accoglienza. La Chiesa che si apre al mondo costruendo con la sua tenacia la speranza e la necessità del riscatto, del valore della dignità dell’uomo sugli egoismi".
"Con Don Gallo - continua il comunicato - scompare un uomo che è stato una stupenda sintesi del Sacerdote portatore della parola di Dio, ma nel contempo dell’uomo strenuo difensore dei valori della Resistenza contenuti e affermati nella Costituzione della Repubblica Italiana.
Lui, iscritto alla nostra Associazione, non ha mai rinunciato a legare il messaggio del Vangelo con gli articoli espressi nella Carta fondamentale della Repubblica, una bussola laica per tutta la nostra comunità nazionale".

"Lo vogliamo ricordare in quei tanti momenti in cui, tra i nostri monti, nelle fabbriche o in città, celebrava una S. Messa o recitava una preghiera nei luoghi in cui, molti giovani e ragazze, hanno dato la vita per la nostra libertà, rimarcando con noi il valore e il significato profondo di quel sacrificio. Subito dopo, però ci spronava lui stesso, partigiano della Costituzione, a viverla, ora e sempre, non solo come un documento legato alla storia, ma come uno straordinario programma per costruire un mondo migliore, ricordando a tutti noi che nelle radici della Libertà sta il futuro della democrazia".
Questo l'estremo salito dell'Anpi genovese: "Ciao Don Gallo. Ti salutano i partigiani, gli antifascisti e i democratici genovesi, molti nel piangere la Tua scomparsa diranno una preghiera, altri Ti penseranno, ma certamente tutti Ti porteremo nel cuore".

Questa la nota della segreteria nazionale Anpi:
La Segreteria Nazionale ANPI esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Don Andrea Gallo e si stringe attorno al dolore della Comunità di San Benedetto e delle cittadine e dei cittadini  di Genova. 
Il Paese intero perde con Don Gallo un autentico servitore dell?antifascismo e della Costituzione, vissuti nel profondo e diffusi tra la gente, per le strade senza mai lesinare coraggio, fiato e speranza.
E? stato un solido punto di riferimento e voce dei bisognosi, dei diseredati, degli inascoltati dal potere: da qualsiasi posto emergesse una richiesta accorata di riscatto e dignità don Andrea Gallo era lì ad offrire mani e cuore.
Un esempio, non un?omelia. Un partigiano della solidarietà, della giustizia sociale, dei diritti. Limpido erede della Resistenza, del suo appassionato spirito di rivolta e rivoluzione.
Resistenza, che amava nominare in ogni occasione possibile anche ricorrendo ad indimenticabili esibizioni canore: la sua Bella Ciao cantata spesso anche in chiesa. Così fu durante la Prima Festa nazionale dell?ANPI a Casa Cervi dove la sua presenza regalò entusiasmo e una bella allegria. La memoria di don Andrea Gallo, del suo impegno, delle sue lotte, non ci abbandonerà. Doverosamente la porteremo nel cuore e nella coscienza. Fino a farla scendere nelle piazze, 
tra la gente. Con la Costituzione in mano. Avrebbe certamente voluto così. 

FONTE A.N.P.I. NAZIONALE
69° ANNIVERSARIO 
ECCIDIO DEL TURCHINO

ORE 10.00
Raduno dei partecipanti
Celebrazione S.Messa in suffragio
Deposizione corone

Orazione commemorativa
da parte del Sindaco di Genova
MARCO DORIA

A cura del Comune di Genova è predisposto un pullman con partenza da Via Petrarca alle 8,15, brevi fermate in Piazza Montano a Sampierdarena, in Piazza Massena a Cornigliano, in Piazza Poch a Sestri Ponente, sul Lungomare di Pegli all'altezza dell'hotel Mediterranee, in Piazza Bignami a Prà ed in Piazza Gaggero a Voltri.


Leopoldo Gasparotto - Alpinista e partigiano

Milano / 16 maggio 2013
ANPI-LIBRI 16 maggio 2013 - ore 17,30 - via San Marco, 49 presso la sede dell'ANPI Provinciale di Milano presentazione del libro:
Leopoldo Gasparotto - Alpinista e partigiano
ANTONIO QUATELA  (Coordinatore ANPI Zona 3 - Milano) ne discute con l'autore RUGGERO MELES e con Giuliano e Pier Luigi Gasparotto (figli di Poldo), Ulrico Hoepli e Susanna Schwarz.
Proiezione di due straordinari filmati d'epoca
Intervengono: Marco Cavallarin, ricercatore e Roberto Cenati, Presidente ANPI Provinciale di Milano.
FONTE A.N.P.I. MILANO

Inaugurazione di piazza donne partigiane

Milano / 18 maggio 2013
SABATO 18 MAGGIO 2013 - ore 15,00
a Milano zona sei, tra Via Barona angolo Via Boffalora
inaugurazione di una bellissima Piazza… Sembrerebbe l'unica Piazza in tutta Italia con questo nome:
PIAZZA DONNE PARTIGIANE
Sarà un pomeriggio di festa con tanti ospiti e amici, dalle 15,00 alle 19,30 circa…
musica, racconti, poesie, letture, merende, cori, murales, interventi ufficiali e pubblici
saranno presenti tante Sezioni ANPI da tutt'Italia con le loro bandiere, e poi cittadini, associazioni, comitati, movimenti, partiti e sindacati…
La Sezione ANPI Barona sarà presente con un gazebo, dove accoglieremo compagni e amici, con un bicchiere di vino o bibite, spille e foulard ANPI, gadgets Partigiani, pubblicazioni e musica, e naturalmente con la possibilità di ritirare, rinnovare e magari iscriversi per la prima volta all'ANPI… Distribuiremo inoltre su richiesta il nostro primo elenco completo libreria ANPI Barona che viene inaugurato proprio in questi giorni, si tratta di circa cinquecento libri e riviste trattanti la Resistenza e la Liberazione in generale, libri disponibili per tutti come prestito gratuito, previo accordi con il responsabile biblioteca Ivano Casati, - ivano.casati@alice.it -
FONTE A.N.P.I. NAZIONALE